I Jethro Tull nella fortezza

Ascoli – NON solo prog, nella musica dei Jethro Tull, c’è anche un po’di folk e tanto rock. Quello del folletto Jan Anderson è uno dei gruppi protagonisti degli anni ’70 e il primo luglio, dopo aver suonato in altri tre concerti in  Italia (Ravenna, Azzano Decimo e Viareggio), Jan e i suoi approderanno nell’Italia centrale, nella fantastica cornice di Civitella del Tronto, a soli pochi chilometri dal territorio piceno. E in attesa del grande evento musicale già  fioccano le richieste. «Sono arrivate da tutta Italia, e perfino alcune da New York dicono gli organizzatori-, un vero record di richieste che ci fa presagire già il tutto esaurito».Insomma, l’estate si colora dei suoni del progressive perchè altri gruppi storici hanno già ufficializzato la loro presenza in Italia, a partire dall’evento dell’anno, il Telecomcerto dei Genesis che si terrà a Roma il prossimo 14 luglio. I componenti della band che suonerà nel vicino Abruzzo sono, naturalmente, Jan Anderson (flauto), Martin Barre (Chitarre classiche ed elettriche), Doanne Perry (batteria e percussioni), Andrew Giddings (tastiere) e Jonathan Noyce (basso). Longevità e coerenza, queste le  caratteristiche del gruppo inglese nato nel lontano 1968. I loro lavori musicali sono passati alla storia. Come non ricordare ThickasabrickStand Up, AqualungA Passion Play e Minstrel in the Gallery, uno degli ultimi veri capolavori della musica. Capolavori che non mancheranno all’appuntamento della Fortezza.

written by

Giornalista del Messaggero.. vago tra cieli e cultura scientifica…A volte anche a suon di note Prog

Related Posts

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Enzo Vitale | Journalist and time traveller - Technical assistance by Offerte Internet