Stelle cadenti, la tempesta perfetta

Ve la ricordate la cometa Ison? Quella che doveva illuminare a giorno le notti del passato dicembre? Ebbene sì, è stata una delusione. In molti credevano che ce l’avrebbe fatta a superare il calore della nostra stella. Ma così non è stato. Doveva essere l’evento astronomico dell’anno passato, ma quando è arrivata al perielio, il punto più vicino al Sole, si è quasi disintegrata. Quindi addio allo show tanto atteso. Ma attenzione attenzione, nella notte tra il 23 e il 24 maggio il cielo potrebbe riservarci un’altra sorpresa. Sì, però stavolta andiamoci cauti. In quella data un’altra cometa, denominata  209P Linear, transiterà a soli 8,31 milioni di chilometri di distanza dal nostro pianeta.

Questo oggetto celeste è interessante perchè, secondo la Nasa, trascina con sé uno sciame di detriti che potrebbero cadere sulla Terra sotto forma di meteoriti. Si profila dunque un evento molto più interessante della Notte di San Lorenzo, il fenomeno che si presenta il 10 agosto di ogni anno. Anche in questo caso le «stelle cadenti» sono il risultato dei residui di un’altra cometa, la Swift-Tuttle, un oggeto periodico che si rifarà vedere da queste parti l’11 luglio del 2126. Ma torniamo alla notte del 23 maggio.

Sempre secondo l’Ente spaziale americano, il passaggio ravvicinato della Linear provocherà una eccezionale pioggia di stelle cadenti di una intensità mai vista prima. Le prime stime parlano di una concentrazione prossima ai 400 ZHR (Zenithal Hourly Rate), la frequenza oraria di meteore visibili, un picco che si raggiunge raramente. Nella Notte di San Lorenzo, ad esempio, si raggiungono solamente i 100 ZHR. Insomma lo spettacolo dovrebbe essere assicurato.

Per chi ha pazienza e chi è interessato all’argomento, Adrian Fartade, un simpatico e preparato giovane, attore teatrale laureato in Filosofia, ma anche divulgatore scientifico, illustra a modo suo, ciò che accadrà in quella data. Alberto e Piero Angela sono avvisati.

written by

Giornalista del Messaggero.. vago tra cieli e cultura scientifica…A volte anche a suon di note Prog

Related Posts

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Enzo Vitale | Journalist and time traveller - Technical assistance by Offerte Internet