La vita si allunga: oggi vivremo un secondo in più

Oggi vivremo 86.401 secondi invece di 86.400. Un secondo in più di vita. L’ultimo minuto di questo giorno, infatti, durerà 61 secondi Gli inglesi lo chiamano Leap second, e altro non è che un aggiustamento temporale praticato sul tempo coordinato universale, il cosiddetto Utc, per mantenerlo allineato al giorno solare medio.

Ma spieghiamola meglio. Il Leap second, in italiano Secondo intercalare, è quella infinitesima frazione di tempo che deve essere aggiunta affinché il tempo sugli orologi atomici rimanga in sincronia con la rotazione del nostro pianeta.

Pare che la rotazione della Terra stia rallentando gradualmente di circa due millesimi di secondo al giorno. Gli orologi atomici, invece, non hanno di questi problemi, loro scandiscono ore accurate fino a quadrillioni di secondo.

Dunque periodicamente bisogna mettere d’accordo tempo umano e tempo naturale.

A sbrogliare la matassa ci pensa da anni lo Iers (International Earth Rotation and Reference Systems service).

Con il Bollettino numero 49 del 5 gennaio di quest’anno, infatti, l’agenzia che ha sede in Francia, a Parigi, ha stabilito che alle ore 23,59 e 60 secondi del 30 giugno va aggiunto un secondo in più.

Dal 1972 a oggi, questo adattamento è avvenuto già ben 25 volte, a metà anno o alla fine (30 giugno o 31 dicembre). L’ultima volta questa operazione è avvenuta il 30 giugno del 2012

A molte aziende ill leap second fa paura almeno quanto il Millenium Bug del 2000. Tre anni fa si verificarono diversi problemi a sistemi operativi, compresi quelli mobili: andarono in tilt anche social come Foursquare, LinkedIn e Reddit.

Secondo la convenzione le modifiche devono essere applicate il 31 dicembre o il 30 giugno, alla mezzanotte UTC del giorno stabilito. Sorridiamo, la scienza ci concede una altro secondo di vita in più.

written by

Giornalista del Messaggero.. vago tra cieli e cultura scientifica...A volte anche a suon di note Prog

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Enzo Vitale | Journalist and time traveller - Technical assistance by Offerte Internet